il punto di convergenza dell'interattivita

A Cannes, apparentemente nella culla del cinema, ci siamo immersi per un giorno intero in lunghi ed interessanti dialoghi sul futuro, l’interattività e la tecnologia. Tutto è iniziato con Microsoft ed il team Envisioning di cui è stato nostro ospite Senior Business Strategist Harald Becker. E proprio da qui parte questo ispirato post sul futuro dell’interattività!

Mentre Microsoft raccontava con video e appunti la sua finestra sul futuro ho provato a chiudere gli occhi e di colpo mi sono proiettato da osservatore sulla linea del tempo e mi sono detto “…se perdi un treno non inseguirlo! anticipa il prossimo focalizzandoti già sul futuro…”. Così se hai perso il treno delle mobile platform, dei social network, dei motori di ricerca, della pubblicità online, della musica, dei video, dei sistemi ugc… forse meglio concentrarsi sul futuro prossimo anticipandone i possibili trend. Penso che in Microsoft abbiano proprio pensato a questo quando hanno sviluppato il team Envisioning. Produzioni video studiate adhoc vi proiettano in un futuro dove interattività  “always on” “total immersion” disegnano una vita totalmente connessa con informazioni e provider. Finalmente un futuro dove finiremo di parlare di “digital divide” e senza l’attuale ipocrisia delle telco, la connessione sarà finalmente una commodity integrata e scontata come oggi potremmo definire un telefono, un orologio od un paio di scarpe. E così sarà! non abbiamo dubbi. La forma sarà probabilmente diversa ma la sostanza la medesima. E allora ecco prendere forma un grafico, dove la rivoluzione dell’interattività informativa ed emozionale diventa il punto di convergenza di settori e media. Immaginate il settore delle auto, il fashion o i giochi. Guardate attentamente cosa è successo. Provate a pensare al domani. Ed eccovi che molte supposizioni sul futuro vi sembreranno scontate. Auto che comanderemo con la parola, vestiti che cambiano forma e colore, giochi che interagiscono con la mente. Il punto di convergenza diventa la rivoluzione, il big bang, il momento in cui tutto sarà integrato ma anche un nuovo tempo dal quale prenderà forma di nuovo tutto. Ripartiremo dalla convergenza per giungere a nuove frontiere dove mi auguro guideremo finalmente navette spaziali, galleggeremo nell’aria e avremo combattuto il nostro inquinamento su questo pianeta prima di averlo esportato su altre galassie.

Tornando qui. Style Star ed Ideolo continuano a guardare al futuro, al punto di incrocio e di convergenza come valore aggiunto.

Microsoft su questo treno c’e’ e abbandona il sistema locale a favore di un eco sistema informativo di ambiente.
Lo attendiamo per migliorare la nostra convivenza in questo mondo!